Occupazione assessorato all’ambiente

Nella giornata di lunedì 13 maggio rappresentanti del comitato genitori della scuola Deledda, del coordinamento Sos Scuola, del Kollettivo Studentesco, del comitato Ambiente Brescia Sud e della Rete Antinocività Bresciana hanno occupato l’ufficio dell’assessore Vilardi in via Marconi per chiedere la bonifica dal Pcb del giardino della scuola Deledda e del campo Calvesi.

L’azione di lotta ha raggiunto un risultato concreto: il sindaco Paroli si è impegnato pubblicamente, nel caso venga eletto, ad avviare subito la bonifica della scuola Deledda. Nel corso della giornata l’assessore Vilardi si è rifiutata di incontrare gli occupanti,
quindi l’occupazione è proseguita con una pizzata e ci si apprestava a trascorrere la notte nell’Assessorato; poi alle 22,30 si è presentato il sindaco Paroli che ha avuto un colloquio di un’ora con una folta delegazione composta da genitori della scuola Deledda e del coordinamento SOS scuola, da studenti del Kollettivo e rappresentanti della RAB; presenti anche Marco Fenaroli ed esponenti di Rifondzione comunista. Il sindaco si è impegnato ad avviare, nel caso di rielezione oppure a sostenere da capo dell’opposizione, la bonifica della scuola Deledda come primo atto della nuova giunta. Gli occupanti hanno quindi lasciato gli uffici occupati dell’assessorato soddisfatti del risultato.

Una nota negativa è stato il tweet dell’assessore Vilardi che, rispondendo ad un giornalista che le comunicava la fine dell’occupazione, scrive «Farò bonificare l’ufficio». Il comitato genitori della scuola Deledda ha risposto con il comunicato stampa che trovate qui sotto.

———————-
Per approfondimenti: